SIMULAZIONE "Chimica" (11 quiz)



Test di Chimica


1.
Vengono chiamate colligative le proprietà il cui valore dipende solo dal numero, e non dalla natura, delle particelle che le determinano. La forza ionica di una soluzione è definita come la semisomma dei prodotti della concentrazione di ciascuno ione presente nella soluzione per il quadrato della valenza dello ione stesso. Si può pertanto affermare che la forza ionica:


A) non è una proprietà colligativa

B) è una proprietà colligativa

C) è direttamente proporzionale alla semisomma della valenza degli ioni presenti

D) è tanto minore quanto maggiore è il numero degli ioni presenti

E) è tanto minore quanto maggiore è la valenza degli ioni presenti



2. Una soluzione tampone e' caratterizzata da:

A) una concentrazione fisiologica di glucosio

B) una pressione osmotica identica a quella del sangue

C) una pressione osmotica nota e costante

D) un pH identico a quello del sangue

E) la capacita' di mantenere costante, entro certi limiti, il pH



3. “Nel tratto gastrointestinale le proteine vengono idrolizzate enzimaticamente negli aminoacidi costituenti. Quando le proteine entrano nello stomaco, esse stimolano la secrezione dell’ormone gastrina, che a sua volta promuove la secrezione dell’acido cloridrico da parte delle cellule parietali delle ghiandole gastriche; il succo gastrico ha un pH che va da 1,5 a 2,5; questo valore è responsabile della potente azione antisettica del succo gastrico, e della sua azione denaturante sulle proteine globulari, che rende più accessibili all’azione enzimatica i legami peptidici interni delle proteine stesse”.
Quale delle seguenti affermazioni N O N può essere dedotta dalla lettura del brano precedente?

A) L’acido cloridrico del succo gastrico è responsabile della denaturazione delle proteine globulari

B) Le proteine globulari, una volta denaturate, vengono attaccate più facilmente dagli enzimi

C) La gastrina rilascia acido cloridrico

D) L’azione antisettica del succo gastrico è dovuta alla sua acidità

E) La gastrina ha un ruolo importante nella formazione di un ambiente fortemente acido nello stomaco



4. Qual e' il pH di una soluzione acquosa di KCL 0,5 molare?

A) 5

B) 7,5

C) 7,0

D) 2

E) 8



5.

”Gli alogeni, elementi del VII gruppo del sistema periodico (dall’alto in basso fluoro, cloro, bromo, iodio ed astato), sono tipici non metalli, come si rileva dai valori molto alti dell’elettronegatività, che nel fluoro raggiunge il valore massimo di 4,0. Tutti questi elementi presentano, nell’ultimo livello, un elettrone in meno rispetto al gas nobile più vicino, e ciò spiega la loro grande facilità a formare ioni monovalenti negativi”.

Quale delle seguenti affermazioni  PUO’ essere dedotta dalla lettura del brano precedente? 


A) Nel gruppo degli alogeni l’elettronegatività è minore in basso che in alto


B) Gli ioni monovalenti negativi formati dagli alogeni presentano nell’ultimo livello 7 elettroni

C) Gli ioni monovalenti negativi formati dagli alogeni presentano nell’ultimo livello 6 elettroni

D) Nel gruppo degli alogeni l’elettronegatività è minore in alto che in basso


E) Gli alogeni presentano nell’ultimo livello 6 elettroni



6. Una soluzione di acido acetico 0,1 M (Ka = 1,8*10-5) è:

A) meno acida di una soluzione 0,1 M di acido cloridrico

B) acida come una soluzione 0,1 M di acido cloridrico

C) neutra

D) basica

E) più acida di una soluzione 0,1 M di acido cloridrico



7. Quale dei seguenti composti possiede nella molecola più atomi di ossigeno?

A) Glicole

B) Alcool terziario monofunzionale

C) Alcool primario monofunzionale

D) Dialdeide

E) Diidrossichetone



8. Un catalizzatore ha sempre l'effetto di:

A) far avvenire reazioni non spontanee

B) spostare l'equilibrio di reazione verso i prodotti

C) aumentare il rendimento di reazione

D) aumentare la velocità di reazione

E) innalzare il valore dell'energia di attivazione



9. Il legame che stabilizza l’alfa-elica di una proteina è:

A) glicosidico

B) peptidico

C) disolfuro

D) a ponte di idrogeno

E) ionico



10. Negli ossiacidi inorganici:

A) gli atomi di idrogeno acidi sono legati sempre all'atomo centrale

B) gli atomi di idrogeno acidi presentano legami ionici con gli atomi di ossigeno

C) gli atomi di idrogeno acidi sono legati in modo covalente agli atomi di ossigeno

D) il legame tra idrogeno e ossigeno è un legame a ponte di idrogeno

E) l'atomo centrale ha carattere spiccatamente metallico



11. L'etene reagisce con il cloro, con l'acqua ossigenata e con lo iodio;  si tratta, in tutti e tre i casi, di reazioni di:

A) sostituzione nucleofila

B) addizione elettrofila

C) addizione nucleofila

D) sostituzione elettrofila

E) meccanismo diverso da quelli indicati nelle precedenti risposte









           Informativa Cookie